Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Il Quadro Normativo

Quadro NormativoSiamo giunti al Consulente Patrimoniale  Indipendente, cosi come lo intendiamo oggi, attraverso un lungo e tortuoso processo normativo, che si è concluso nel dicembre 2018 con l’istituzione dell’Albo Unico dei Consulenti Finanziari  – sezione dei consulenti finanziari autonomi.

Personalmente, pur avendone tutti i requisiti, ad oggi ho scelto di non iscrivermi all’albo in quanto non mi occupo di consulenza finanziaria personalizzata, ma unicamente di consulenza generica ed in particolare di Pianificazione Patrimoniale per obiettivi di Vita e di Tutela del Patrimonio.

A titolo non esaustivo, indichiamo di  seguito i passaggi normativi principali:

Legge 2 gennaio 1991, n. 1. (La legge n° 1/91)
Direttiva 93/22/CE del 10 maggio 1993 nota come Eurosim (consulenza finanziaria come servizio accessorio)
Direttiva 2004/39/CE del 21 aprile 2004 – Approvata la MIFID
Direttiva 2006/73/CE del 10 agosto 2006 – Approvata la MIFID di secondo livello
Emanata la Legge comunitaria 2007/13, all’art. 10 comma c: le persone fisiche possono svolgere il servizio di consulenza in materia di investimenti anche in Italia (“prevedere che l’esercizio nei confronti del pubblico, a titolo professionale, dei servizi e delle attività di investimento sia riservato alle banche e ai soggetti abilitati costituiti in forma di società per azioni nonché, limitatamente al servizio di consulenza in materia di investimenti, alle persone fisiche in possesso dei requisiti di professionalità, onorabilità, indipendenza e patrimoniali stabiliti con regolamento adottato dal Ministro dell’economia e delle finanze, sentite la Banca d’Italia e la CONSOB”).

Il Parlamento italiano recepisce la Mifid con il Decreto legislativo n. 164 del 17/9/2007, art. 19 comma 14 che modifica il TUF inserendo l’art. 18bis (il TUF rimanda poi a Regolamento MEF sui requisiti, pubblicato l’anno seguente) Leggi Testo Art-18-bis

Il 24 Dicembre 2008 il Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblica il Decreto Legge sui requisiti delle persone fisicheLeggi Testo Decreto Requisiti 206 – 2008
Con il Ddl 1082b del 26 maggio 2009 il Parlamento italiano approva anche l’art. 18ter del TUF, prevedendo che anche le persone giuridiche (Srl ed Spa) possano prestare il servizio di consulenza in materia di investimenti.
Il 15 gennaio la Consob pubblica il Regolamento nel quale è disciplinata l’attività dei consulenti finanziari persone fisiche e giuridiche (“incompatibilità” all’art.13). Leggi Testo Regolamento Consob 17130
Il 5 Aprile 2012 il MEF con decreto n. 66 indica i Requisiti delle Società di Consulenza Finanziaria
Legge n. 208 (legge di stabilità) si istituisce l’Albo Unico dei consulenti finanziari e dell’organismo deputato alla sua vigilanza.
Offerta Fuori Sede.  Art. 30-bis del TUF (Testo unico della finanza) – I consulenti finanziari autonomi, iscritti nell’albo possono promuovere e prestare il servizio di consulenza in materia di investimenti anche in luogo diverso dal domicilio eletto.
Il D.L. 148/2017 – Disposizioni urgenti in materia finanziaria (articolo 13, comma 1-ter), fissa la data di partenza dell’Albo dei consulenti finanziari al 31 ottobre 2018.
In gazzetta ufficiale il nuovo Regolamento Intermediari, nel quale sono contenute le norme alle quali si devono attenere i consulenti finanziari autonomi e le società di consulenza finanziaria. 

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Contattami