Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted on 11 Gen 2018 in Consulenza aziendale, Consulenza finanziaria, Educazione finanziaria, EFPA, Pianificazione finanziaria

Consulenti Autonomi o CF di Rete? Indipendenti o non Indipendenti? questo è il dilemma……

Consulenti Autonomi o CF di Rete? Indipendenti o non Indipendenti? questo è il dilemma……

Meglio un consulente autonomo, alias indipendente, alias Fee Only o un consulente finanziario di rete, alias promotore finanziario?

Meglio la consulenza indipendente o la consulenza non indipendente?

Domanda alla quale personalmente  ho dato risposta oramai 9 anni fa quando dopo una ventennale esperienza in ambito Private Banking e Wealth management prima come dipendente per conto di due grossi istituti di credito nazionale e poi come promotore finanziario, nel   2009  ho lasciato l’ovattato mondo bancario ed ho approcciato il mondo della consulenza finanziaria indipendente Fee Only,   ho fondato  Invexpert, la cui mission  è quella di affiancare l’imprenditore e  di sedersi al suo fianco   nel momento in cui per se o per la sua azienda,  deve rapportarsi con altri operatori finanziari quali per esempio l’operatore di  Banca  o il Promotore Finanziario, mi piace definirmi un Assistente Patrimoniale o un  Angelo Custode Finanziario.

Lo spunto di riflessione  mi è  arrivato  da due sondaggi fatti e commissionati da Citywire e che vi invito a leggere:

Consulenti Autonomi contro Cf di Rete

Consulenza indipendente Vs Consulenza non indipendente

Per rispondere a questa domanda devo prima illustrarvi cosa fa e di cosa si occupa  l’ASSISTENTE PATRIMONIALEarcangelo-michele

Per l’Assistente Patrimoniale, il Patrimonilista (Cit. Avv. Perini Massimo)   al centro del  progetto ci sei tu cliente, non c’è il prodotto da vendere a tutti i costi , tu sei unico con le tue esigenze e le tue emozioni, Il Patrimonialista  non risponde ad un’istituzione ma  l’unica  istituzione alla quale deve  rendere conto è solo il cliente. Il cliente è il  mio datore di lavoro,  colui che mi paga per  affiancarti ed assisterti,  per fare unicamente i tuoi di interessi .

IL PATRIMONIALISTA   si occupa si della gestione del tuo patrimonio ma lo fa in modo diverso, lo fa nell’ottica della  PIANIFICAZIONE  PATRIMONIALE PER OBIETTIVI DI VITA.  Non è importante  solo il rendimento finanziario dell’ ’1% in più o in meno,  quel che conta è individuare quali obiettivi  specifici deve andare a soddisfare quel patrimonio.

L’ASSISTENTE PATRIMONIALE  si  occupa anche  di  TUTELA PATRIMONIALE.  E’ importante evitare che il tuo sudato patrimonio  sia aggredito da creditori,  dalle Banche, dal Fisco. Dalle incertezze della vita e dalle eventuali responsabilità.  Il tuo Assistente Patrimoniale ha anche  confidenza   con strumenti quali Il FONDO PATRIMONIALE ,  I VINCOLI DI DESTINAZIONE,  IL TRUST e PRODOTTI DI PRIVATE INSURANCE. 

Si occupa  di   PASSAGGIO GENERAZIONALE E  DI  PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA ha conoscenza di strumenti quali il PATTO DI FAMIGLIA,  unica deroga  nel nostro ordinamento al divieto dei patti successori. È uno Strumento che oltre ad avere  innegabili vantaggi impositivi e fiscali mi garantisce la continuità dell’impresa evita la frammentazione operativa ed individua  fin da subito quale sarà il continuatore designato nella gestione dell’azienda, compensando in altro modo  gli altri  eredi.

Il tuo Assistente Patrimoniale  si occupa anche del RAPPORTO BANCA – IMPRESA  è importante essere affiancato e consigliato da qualcuno che oltre ad essere imprenditore come te, parli anche lo stesso linguaggio della  Banca, è importante sapere  come la banca  legge l’azienda, come interpreta le tu richieste, quali elementi di valutazione sono importanti e quali invece è meglio non evidenziare.

Tra gli obiettivi  dell Assistente Patrimoniale c’è  anche quello di fare formazione ed educazione  patrimoniale al fine di accrescere la cultura economico-finanziaria e quindi il benessere della collettività e dei cittadini. vs

Sono anni che assisto alla lotta ideologica tra promotori e consulenti indipendenti,  personalmente la ritengo  un non senso,   è una lotta tra poveri se consideriamo che il 90% dei risparmi degli italiani è nelle mani ed in gestione al sistema bancario (no comment), ma è un non senso soprattutto in quanto  l’Assistenza patrimoniale, ancor meglio se erogata in modo indipendente  non è un’alternativa all’operatore bancario o al promotore,   io faccio  un lavoro diverso,  ho  obiettivi diversi, per loro centrale è il prodotto e la redditività dell’azienda per la quale lavorano,  per me,  per l’assistente patrimoniale, il Patrimonialista, L’Angelo custode finanziario invece al centro del progetto c’è SOLO ed UNICAMENTE  il mio CLIENTE.

 

_brj6216_mod

 

 

Sono Mauro Vanzini e mi occupo del rapporto Banca-Impresa, mi piace definirmi Angelo Custode Finanziario, affianco l’Imprenditore ed il Risparmiatore nei rapporti con gli Istituti  di Credito  sia per i rapporti personale che aziendali (gestione patrimoni, Nuova Finanza, Condizioni Economiche etc. etc.)

 

Contattami e Decidiamo assieme modalità e strategie finalizzate al tuo obiettivo. Scrivi a m.vanzini@ims.vr.it

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Contattami