Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu
FAQ

FAQ

Sciogli i tuoi dubbi

Di seguito forniamo le risposte alle domande che più frequentemente ci vengono poste:

1) Per farmi seguire da un Consulente Finanziario Indipendente Fee Only , devo spostare i miei soldi?

Il cliente può tranquillamente continuare a mantenere il rapporto con la sua banca di fiducia, senza spostare soldi o depositi,  Bancario e Promotore non sono competitors del CFI, fanno semplicemente un altro lavoro, hanno obiettivi diversi, il CFI è il solo pagato unicamente dal cliente per fare i suoi interessi. Se richiesto il Consulente Finanziario può indicare quali sono i migliori intermediari ai quali affidarsi.

2) Da chi è autorizzato il Consulente Finanziario Indipendente Fee Only? (Rif. Normativi)

 Vedi anche Riferimenti Normativi:  L’iter normativo è di fatto iniziato nel 2007 dove il Parlamento Italiano ha recepito La Mifid, dobbiamo aspettare il 28 dicembre 2015 dove con la legge n. 208 (Legge di Stabilità) si ufficializza l’istituzione dell’Albo Unico dei consulenti finanziari e dell’organismo deputato alla sua vigilanza e tenuta.  Si è ora in attesa dell’attività dell’Albo di Categoria.

3) Quali garanzie ho nell'affidarmi all'operato del Consulente Finanziario Indipendente Fee Only?

La prima importante garanzia è  l’Indipendenza, il CFI non risponde a nessun datore di lavoro (come il Bancario o il Promotore) ma l’unico al quale deve render conto sei tu, sei colui che lo paga per fare unicamente i tuoi di interessi.  Nello svolgimento del suo lavoro, non entra mai in contatto con il denaro del cliente, che rimangono presso la tua Banca di fiducia. Il Consulente ha svolto uno speciale master di formazione e si aggiorna costantemente ed annualmente,  inoltre l’iscrizione a NAFOP, la prima associazione italiana dei Consulenti Fee Only, garantisce l’osservanza  di un preciso codice deontologico.

4) Perché non continuare a rivolgersi ad altri che mi danno gratuitamente la consulenza?

La “consulenza” che solitamente i promotori e assicuratori danno al cliente è finalizzata alla vendita di prodotti, è disinteressata? Il Bancario deve ciò che è in campagna commerciale in quel momento li, quello che fà guadagnare di più la Banca stessa, non certo il prodotto più adatto alle tue esigenze, non si parte dall’analisi del cliente e delle sue esigenze, ma si parte dal prodotto che va “piazzato” a tutti indistintamente. Se poi chi ti “vende” il prodotto finanziario è un Promotore, beh, dovete sapere che il promotore è pagata con una provvigione % della redditività generata dal prodotto stesso, più il prodotto è care, inefficiente e complesso, e più il promotore ci guadagna. Volete mai che almeno una volta questo palese conflitto di interessi abbia fatto si che il promotore o il bancario guardassero più al loro portafoglio ed ai loro interessi piuttosto che alle vostre esigenze di pianificazione? .

5) Finora mi sono sempre trovato bene con il mio promotore/assicuratore, perché dovrei cambiare?

Bancario e Promotore non sono competitors ma fanno un lavoro diverso, hanno esigenze ed obiettivi diversi, sono pagate da soggetti diversi, rispondono a persone diverse, Il Bancario ed il Promotore al loro datore di lavoro, il Consulente Indipendente a chi lo remunera, il Cliente. I primi, più i prodotti sono costosi ed inefficienti e più ci guadagnano, il CFI invece non è pagato indirettamente dal prodotto, ma è remunerato dal cliente per fare unicamente i suoi di interessi.

6) Alcuni operatori legati a reti bancarie dichiarano di fare 'consulenza indipendente'. Di che figure si tratta?

Si tratta di reti di promotori finanziari multi brand (ossia che possono vendere prodotti di più case) la cui struttura bancaria ha voluto dare la parvenza di indipendenza “copiando” alcune caratteristiche della consulenza indipendente pura, come ad esempio il pagamento di una parcella. In realtà il tutto è un’abile mossa di marketing, e i clienti si ritrovano a pagare due volte (parcella + costi dei prodotti) senza alcun beneficio. Questi operatori devono sottostare a dei budget di vendita e ricevono comunque una provvigione sui prodotti che offrono, e pur disponendo di più case, possono essere portati a vendere maggiormente quelli sui quali il loro ritorno economico è più alto.

7) Perchè dovrei affidarmi al consulente indipendente quando posso fare tutto da me?

Il ruolo del Consulente Finanziario Indipendente Fee Only è quello di affiancare il cliente nelle scelte in campo finanziario. Il suo supporto può servire a rendere il cliente ancora più indipendente e competente. Difficilmente si può pensare di fare le scelte migliori senza l’utilizzo di strumenti avanzati, metodologie di analisi corrette, conoscenze tecniche specifiche e tempo da dedicare.

8) Come sei Remunerato?

Il Consulente Finanziario Indipendente riceve una parcella direttamente dai suoi clienti, come un avvocato o un commercialista, e come questi emette una fattura per i propri compensi professionali. Prima di iniziare qualsiasi attività viene consegnato al cliente un preventivo di spese per i servizi richiesti, in cui vengono esplicitati gli interventi specifici e relativo prezzo

9) Ricevi provvigioni sui prodotti che consigli?

NO. Invexpert percepisce esclusivamente un compenso unicamente dal cliente, non lavora per nessun intermediario, non vende nessun prodotto e quindi non riceve nessuna provvigione sul collocamento dei prodotti.

10) Quanto mi costa la tua consulenza?

Invexpert applica un tariffario professionale e prima di ogni consulenza viene presentato un preventivo dettagliato dell’attività svolta. La parcella è sempre di gran lunga inferiore rispetto ai costi seppur occulti applicati dalla Banca per la vendita dei suoi prodotti.  La parcella è proporzionale al servizio erogato ed al patrimonio in gestione, tuttavia per certe attività può essere concordato con il cliente una tariffa oraria rapportata al tempo dedicato alla consulenza.

11) Quali Prodotti o strumenti finanziari mi consigli?

Invexpert essendo remunerata esclusivamente a parcella dal cliente, non essendo coinvolgo nel processo di vendita e quindi privo di ogni sorta di conflitto di interessi, sceglierà gli strumenti più adatti alle tue esigenze ed alla tua pianificazione finanziaria individuandoli tra quelli più efficienti con bassi costi e massima trasparenzache permettono all’investitore di ottimizzare il proprio portafoglio di investimenti.

12) Quali sono i benefici che posso avere firmando un contratto con un consulente finanziario indipendente?

I benefici sono molteplici: maggior sicurezza, costi minori, rendimenti maggiori, la tranquillità di sapere che  il proprio patrimonio è curato da un professionista  

13) Cosa mi vendi? Cosa mi consigli in alternativa se non distribuisci prodotti?

Invexpert non ti vende nulla, piuttosto ti consiglio adeguatamente cosa scegliere. Esempio: se si trattasse di una dieta io non sono la marca di prodotti dietetici, io sono il nutrizionista che consiglia un determinato piano alimentare in base alle tue esigenze. Il mio lavoro è tutelarti e farti ottenere risultati.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Contattami